Non sei connesso Connettiti o registrati

Nuovo Consiglio della Repubblica di Firenze

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1 Nuovo Consiglio della Repubblica di Firenze il Lun Ott 19, 2015 11:50 am

nickcave

avatar
Augurando al nuovo Doge un proficuo e sereno mandato vi riporto notizie sulla Repubblica Fiorentina




[color=black][i]Firenze, Palazzo Vecchio

Diciannovesimo giorno del decimo mese nell'anno di Grazia MCDLXIII



Si comunica che nel diciasettesimo giorno del decimo mese nell'anno di Grazia MCDLXIII, Sua Signoria Eccellentissima Messer Leonardo Baiano Valmarana "Killpig049", Visconte di Valdera, Cavaliere di Benemerenza. Barone di Pian di Scò.

Inoltre, si coglie l'occasione per rendere nota la composizione del Consiglio della Repubblica di Firenze e delle cariche affidate ai Consiglieri da Sua Signoria alla data odierna.


Il consiglio del Principato nella XLVI legislatura.

Messer Leonardo Baiano Valmarana "Killpig049", Principe


Isabella Alida Rangrandow Clementi, nota come Secretangel, Portavoce


Niccolò Diego Cagliostro D'altavilla, noto come Diego73, Sceriffo


Lucrezia Borgia, nota come Lucrezia Borgia, Ministro del commercio (TM)


Edward Gedway  Aleramico Imperiali, noto come Gedway, Ministro delle miniere (Mdmgo)


Alessandro Malaspina Della Scala, detto “Tintoretto”, noto come Tintoretto, Prefetto


Ludovico de' Medici,, noto come Skorpion., Capitano


Nicolò Ferdinando Lante della Rovere Malaspina, noto come Nickcave, Sergente


Massimiliano Guicciardo, noto come Maxwell, Pubblico Ministero (PM)


Leonardo Brando Centurioni, noto come Leobrando, Giudice


Lucrezia Adelaide Malaspina, nota come Atena, Gran Ciambellano


Jhoanna Helena Sofia della Scala, nota come Jhoanna, Dodicesimo consigliere


Il Signore di Firenze si riserva di modificare in futuro le cariche assegnate, nel rispetto della legge, attraverso il suo potere di imperio.





Firenze, Palazzo Vecchio, addì 19 Ottobre 1463

[size=18]DECRETO EX IMPERIO PRINCIPIS


Noi, S.S.I. Leonardo Baiano Valmarana, Signore di Firenze, Visconte di Valdera, Cavaliere di Benemerenza e Barone di Pian di Scò

A seguito:

Degli attacchi perpetrati alle navi Fiorentine nei nostri mari

DECRETIAMO

Le seguenti navi :

Ola Roja

Redon Undead

MazingaZ

Obelix

The Tartan Titan

La Derelitta.


Nemiche di Firenze. Qualsiasi Provincia dia loro assistenza, rifugio o ospitalità sarà dichiarata Nemica di Firenze.

DECRETIAMO:

Per il loro affondamento una taglia di 4000,00 Ducati a nave .

DECRETIAMO :

Efesto
Diego_alatriste
Tanissa
Morphea
Camlost
Cice.bea
Tygorsia

Nemici di Firenze finchè morte non sopraggiunga.


L' altissimo vi perdoni per i vostri peccati.












Firenze, Palazzo Vecchio, addì 19 Ottobre 1463


DECRETO EX IMPERIO PRINCIPIS

Della chiusura dei confini della Repubblica Fiorentina




Noi, S.S.I. Leonardo Baiano Valmarana, Signore di Firenze, Visconte di Valdera, Cavaliere di Benemerenza e Barone di Pian di Scò,


DECRETIAMO

la chiusura dei varchi di Firenze Capitale, Piombino, Pisa e Livorno.

Qualunque cittadino, straniero e fiorentino, che intendesse transitare (in entrata, uscita e attraversamento -anche viaggiando per nodi-) per le città di Firenze, Piombino, Pisa e Livorno dovrà obbligatoriamente richiedere i necessari lasciapassare presso gli appositi uffici della Dogana di Firenze, secondo le norme previste dallo Statuto Doganale.
Si ricorda altresì la possibilità di richiedere un Permesso Permanente.

Sono esclusi dall'onere di richiesta di permessi:
- i membri del Consiglio Fiorentino in carica, per tutta la durata del loro mandato;
- i cittadini fiorentini inviati in missione per conto del Consiglio, che verranno autorizzati dal Prefetto in forma privata;
- tutti i cittadini, fiorentini e non, autorizzati preventivamente dal Consiglio fiorentino per missioni di varia natura (militari, diplomatiche, commerciali);
- i possessori di regolare permesso permanente;

Chi violerà tali disposizioni incorrerà nel reato di "Violazione delle disposizioni doganali".

Art.16: Violazione delle disposizioni doganali
Imputazione: DISTURBO ALL'ORDINE PUBBLICO

E' perseguibile qualunque cittadino, fiorentino o straniero, che si introduca nel territorio della Repubblica non rispettando le modalità, le procedure e le tempistiche previste dalla Dogana fiorentina.

Si conferma che chiunque sia inserito nelle Liste Ricercati potrà essere sempre perseguito dagli eserciti.

In presenza di eserciti in modalità aggressiva posti a guardia delle frontiere sopraccitate, gli eventuali incidenti, causati dalla negligenza dei viaggiatori, non saranno considerati responsabilità del Consiglio della Repubblica e come tali non verranno risarciti.
Si raccomanda dunque la massima e scrupolosa osservanza nella richiesta dei permessi e delle disposizioni doganali in vigore.
Per salvaguardare la propria incolumità, si raccomanda ai viandanti di mettersi in viaggio solo dopo aver constatato la presenza del proprio nominativo nelle liste amici pubblicate dai Generali posti al controllo dei varchi citati.

Il presente Decreto Ex Imperio Principis sostituisce integralmente quello precedente nel medesimo ambito.

Avrà validità a partire dal giorno successivo alla sua emanazione.


Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum